mail@simonepazzano.com

Il capolavoro di Piero della Francesca

Il capolavoro di Piero della Francesca

A Sansepolcro puoi ammirare da vicino “la più bella pittura del mondo”. Così il celebre scrittore inglese Aldous Huxley ha definito la Resurrezione di Piero della Francesca, conservata nel Museo Civico del borgo medievale che ha dato i natali all’artista toscano.

Posso assicurarvi che trovarsi faccia-a-faccia con la maestosità del Cristo è molto emozionante. L’uso della luce e la resa del soggetto hanno influenzato molti artisti nei secoli successivi. Ma tranquilli, non bisogna essere storici dell’arte e conoscere la complessità della pittura di Piero per restarne colpiti e apprezzarla a fondo.

piero della francesca

L’aneddoto. A quest’opera è legato poi un bell’aneddoto. Si racconta infatti che durante la Seconda Guerra Mondiale, il ricordo delle parole scritte da Huxley spinse un comandante inglese a sospendere il bombardamento della città. Come mai? Beh, perché il rischio di danneggiare il capolavoro di Piero della Francesca era troppo alto.

Ma la collezione del museo di Sansepolcro, ricca di importanti testimonianze di arte medievale e rinascimentale, propone anche altre tre opere del grande pittore toscano: il Polittico della Misericordia, San Giuliano e San Ludovico di Tolosa.

E se a quel punto non siete ancora sazi, vi consiglio di visitare tutto il borgo aretino. Qui “vivono” molti altri capolavori, tra cui l’elegante Ascensione di Perugino nel Duomo di Sansepolcro e una toccante Deposizione di Rosso Fiorentino, conservata nella chiesa di San Lorenzo.

Back
SHARE

Il capolavoro di Piero della Francesca