mail@simonepazzano.com

I colori di Valencia: Las Fallas

I colori di Valencia: Las Fallas

Eccomi di nuovo a raccontarvi di Valencia. Non è la prima volta che lo faccio, la città spagnola mi piace molto e infatti in un altro post vi ho consigliato di GODERVELA IN BICICLETTA. Ora voglio darvi un altro buon motivo per andarci: la festa de Las Fallas.

Dall’1 al 19 marzo le vie della città spagnola sono animate da musica, fuochi d’artificio e feste di piazza. E i quartieri si sfidano nella realizzazione delle Fallas, bellissime e colorate statue allegoriche, che nella notte finale vengono bruciate in un grande falò. La festa è molto sentita: a me ne ha parlato per la prima volta la mia amica valenciana Marta. L’ha fatto con così tanta passione che non potevo non tornare a Valencia per vivere quest’esperienza. E adesso sono io che la consiglio.

las fallas

Per prima cosa, abituatevi ai “rumori” della festa. Ogni mattina c’è la Despertà (“risveglio”), i falleros buttano in strada dei petardi per richiamare la gente per le vie dando inizio alla giornata di festeggiamenti. Alle 14 tocca alla Mascletà: ogni giorno in Plaza Ayuntamiento c’è uno spettacolo di fuochi d’artificio. E’ molto coinvolgente, sono momenti di grande gioia che accomunano i valenciani ai turisti accorsi proprio per questa festa.
Un’altra costante è la musica: diverse bande accompagnano le sfilate di falleros e falleras a ritmo di canzoni popolari. Vedrete che alla fine vi entreranno in testa anche se non le conoscete.

Il vero tocco artistico è nei costumi tradizionali che indossano falleros e falleras. Sono abiti molto lavorati e coloratissimi. Soffermatevi a guardare quelli delle donne: ma quanto sono decorati e ricchi di accessori?! Uno spettacolo.

E poi, impossibile non godere delle delizie offerte dalla cucina valenciana. Ovviamente la specialità è la paella: preparatevi a sentirne l’odore per strada, sì perché la tradizione vuole che venga preparata all’aria aperta.
Per i più golosi – come me – però la “chicca” sono i buñuelos, frittelline con la cioccolata che creano dipendenza per quanto sono buone! Per fortuna le trovate calde e fragranti in ogni angolo della città.

las fallas

las fallas

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La festa termina il 19 marzo con il momento clou: la Cremà delle Fallas, il falò delle grandi sculture di cartapesta (dipinte a mano!) che hanno sfilato per le strade. Un momento triste? Per niente! Quando rimangono solo le ceneri, i falleros ci ballano attorno e la festa continua a suon di musica.

E poi… se siete interessati anche all’aspetto più devoto dei festeggiamenti, dovete assistere allora all’Ofrenda de Flores alla Vergine degli Abbandonati. Il 17 e il 18 marzo un corteo in costumi tradizionali porta rami di fiori in dono all’imponente statua della Vergine, al centro della piazza che porta il suo nome.

Back
SHARE

I colori di Valencia: Las Fallas