mail@simonepazzano.com

Geyser del Tatio: colazione a 4.400 metri

Geyser del Tatio: colazione a 4.400 metri

Questa è una di quelle esperienze che ti porti dentro per tutta la vita. Davvero.

Ti alzi all’alba. Anzi no, ancora prima. Con gli occhi che faticano ad aprirsi del tutto e la bocca impastata ti vesti più a strati che puoi. Poi prepari lo zaino: borraccia piena d’acqua, occhiali da sole, moleskine, macchina fotografica… Ah già, sei nel deserto ma ti servono anche cappello di lana, guanti e giacca a vento. Infili tutto dentro in fretta ed esci. Il pullman e i tuoi compagni di viaggio ti aspettano. Meta: i Geyser del Tatio. Uno spettacolo della natura nel deserto di Atacama, in Cile.

Bisogna alzarsi presto perché i geyser sono il frutto dell’acqua fredda sotterranea e delle rocce calde, quindi è necessario arrivare prima del sole per evitare che la temperatura si alzi e le fumarole diminuiscano. Gli alberghi sono tutti a San Pedro di Atacama. E da lì partono ogni giorno i pullman che portano ai geyser: sono un paio di ore di viaggio. Devi approfittare del tragitto per bere, perché stai andando a 4.400 metri d’altezza e il tuo corpo ha bisogno di essere ben idratato.

Scendi dal pullman e vieni colpito da due cose: la distesa di oltre 60 geyser fumanti con lo spettacolo delle montagne sullo sfondo e il freddo pungente. Vuoi subito scattare una miriade di foto. Bene, ma ricorda i guanti se non vuoi restare congelato. Muoviti con calma, il tuo corpo deve abituarsi all’altitudine.

L’atmosfera è onirica. Mentre cammini tra le fumarole ti sembra di essere circondato dai fantasmi: le altre persone sono ombre che si muovono nel fumo. I geyser eruttivi hanno i loro tempi: quelli piccoli impiegano 3-4 minuti per ricaricarsi, quelli più grandi anche 12 minuti. Nel frattempo la luce del sole comincia a far capolino sulle cime delle montagne.

E alla fine? Alla fine il sole sorge, la temperatura comincia ad alzarsi e le fumarole diminuiscono. Ti guardi intorno e provi una meravigliosa sensazione di benessere. Ma manca ancora qualcosa. La guida allestisce un ricco banchetto affianco al pullman e finalmente fai colazione. E mentre ti godi un bel caffè caldo in uno scenario da sogno, potresti anche vedere un uccellino o una volpe che si avvicinano per fare colazione insieme a te. E’ vietato dargli da mangiare, ma qualcuno in passato l’ha fatto e ora vengono lì a cercare cibo.

Back
SHARE

Geyser del Tatio: colazione a 4.400 metri