mail@simonepazzano.com

Visita al Cimitero Monumentale di Milano

Visita al Cimitero Monumentale di Milano

Un vero e proprio museo a cielo aperto. Il Cimitero Monumentale di Milano è uno degli esempi migliori della grande bellezza del capoluogo lombardo. Una tappa imperdibile nel tuo viaggio alla scoperta di Milano. Questo perché si tratta di un luogo fantastico, in cui storia, arte e natura si incontrano perfettamente. Il Cimitero Monumentale di Milano è un luogo che merita di essere visto e rivisto, soprattutto in una bella giornata di sole, perché c’è sempre qualcosa da scoprire.

Cimitero Monumentale di Milano

L’atmosfera unica

Passeggiare curiosi nel Cimitero Monumentale di Milano è piacevole per diversi motivi. Primo tra tutti per la grande quantità di opere d’arte presenti, tra sculture, bassorilievi e architetture di pregio. Davvero un museo a cielo aperto, come detto. A questo si aggiunge il piacere di camminare in un ambiente immerso nel verde. Sono tanti infatti gli spazi in cui la vegetazione accarezza e incornicia le splendide sepolture, creando scorci suggestivi.
Si tratta di un’esperienza godibile, perché parliamo di un’area di 250mila metri quadrati, uno spazio così ampio che anche se pieno di turisti non risulta mai affollato. Capita quindi di trovarsi a camminare soli per alcune stradine, con solo il canto degli uccellini e davanti una distesa di statue nelle posizioni più disparate: romantiche, mistiche, buffe, austere… è il momento di abbandonarsi alla curiosità e andare alla scoperta. E, ovviamente, scattare un sacco di foto.

Il Cimitero Monumentale di Milano è come un grande libro di storia dell’arte. Oltre alle vicende della città, è possibile ripercorrere gli stili: dal realismo ed eclettismo di fine Ottocento al liberty e simbolismo di inizio Novecento, dagli anni Trenta all’epoca contemporanea. E in questo luogo magico, con le loro opere sono protagonisti alcuni grandi artisti italiani come Lucio Fontana, Medardo Rosso e Arnaldo Pomodoro.

Le sepolture illustri

Famiglie della grande borghesia industriale milanese e personaggi celebri del mondo della politica, dello sport, della cultura: il Cimitero Monumentale di Milano ospita le tombe di numerose persone illustri, che hanno fatto la storia del capoluogo lombardo e dell’Italia intera.

I monumenti sepolcrali delle famiglie più note lasciano davvero senza parole per l’imponenza, la bellezza artistica e l’impatto d’insieme: sì perché vederli uno accanto all’altro accresce il senso di meraviglia. Tra i più significativi trovi quelli della famiglia Falck, dei Bocconi, della famiglia Campari (una delle più belle e suggestive per me!) e poi dei Bracco, dei Treccani e molte altre ancora.

Ma oltre a queste cappelle, ci sono tanti altri personaggi illustri. Il luogo principale in cui trovarli è il Famedio (tempio della fama), all’entrata principale, pensato proprio per ospitare milanesi, di nascita o adozione, illustri e benemeriti. Qui trovi Alessandro Manzoni, la sua è la tomba principale, innalzata al centro (non sono un fan dei Promessi Sposi, ma che emozione vederla!) e Carlo Cattaneo, e poi Luca Beltrami, Leo Valiani, Bruno Munari, Carlo Forlanini e Salvatore Quasimodo.

Le  altre sepolture illustri si trovano nel Civico Mausoleo Palanti (una ex edicola privata), dove riposa tra gli altri Walter Chiari, nella Nicchia D dell’Edicola F di Levante Superiore – qui ci sono le ceneri di Enzo Tortora – e nel Civico Mausoleo Garbin.

Ricapitolando, tra le tante tombe famose, al Cimitero Monumentale di Milano trovi quelle di Alessandro Manzoni, Salvatore Quasimodo, Bruno Munari, Arturo Toscanini, Enzo Tortora, Wanda Osiris, Gino Bramieri, Giorgio Gaber, Ambrogio Fogar, Alda Merini, Franca Rame, Dario Fo, Enzo Jannacci, Giuseppe Meazza, Candido Cannavò, Walter Chiari.

I consigli

Il primo consiglio è sicuramente quello di tornarci più di una volta. Perché c’è così tanto da ammirare, che è davvero difficile riuscire a vedere tutto in un colpo solo. Per la tua visita al Cimitero Monumentale di Milano prenditi del tempo – almeno un paio d’ore – e metti scarpe comode perché, come detto, c’è parecchio da camminare.
L’altro consiglio è quello di organizzarti al meglio. Ci sono tombe famose che ci tieni a vedere? Armati subito di cartina (la trovi appena entri all’infopoint o puoi scaricarla qui sotto) e stabilisci cosa cercare prima e cosa dopo. Essendo così grande il Cimitero, andare a caso e improvvisare può essere la scelta giusta la seconda volta che ci torni. Ma per la prima visita, è meglio essere organizzati: così da orientarsi al meglio e trovare subito quello che ti interessa.

Scarica qui la mini-guida con l’indicazione delle sepolture più belle da vedere.

Download

Cimitero Monumentale di Milano orari

Cimitero Monumentale di Milano: orari e info

Ingresso libero

Orario di apertura
da martedì a domenica dalle 8 alle 18
chiuso i lunedì non festivi
entrata consentita fino a 30 minuti prima della chiusura.

Orario festività
dalle 8 alle 13 nei giorni: 1° gennaio, domenica e lunedì di Pasqua, 1° maggio, 2 giugno, 15 agosto, 8, 25 e 26 dicembre.

Back
SHARE

Visita al Cimitero Monumentale di Milano